• ALTA FORMAZIONE OLISTICA ®

    calendar_todayDal 01-01-2019 al 01-01-2022 Scopri l'evento>>
  • CORSO INSEGNANTI MASSAGGIO THAILANDESE

    calendar_todayDal 31-01-2019 al 03-10-2019 Scopri l'evento>>
  • Primo corso nazionale CSEN - Floriterapia Olistica

    calendar_todayDal 11-03-2019 al 21-12-2019 Scopri l'evento>>
  • PRIMO CORSO PALESTRA OLISTICA DELL'ANNO 2019

    calendar_todayDal 29-03-2019 al 21-12-2019 Scopri l'evento>>
  • EVENTO SPECIALE - RISVEGLIO EVOLUTIVO

    calendar_todayDal 25-04-2019 al 28-04-2019 Scopri l'evento>>

Un'occhiata a

Equilibrio Olistico

Le nostre

attività

I nostri

punti di forza

AIMSET

CSEN

SIDOS

I nostri

Capisaldi

PASSIONE

Equilibrio Olistico® nasce dalla passione di Umberto Bernacci e Loana Filomeno che hanno deciso di unificare in un solo Metodo le loro competenze pluridecennali. Il Metodo lavora su due piani: da un lato interviene sul Benessere psicofisico del singolo individuo e dall’altro offre una Formazione di altissima qualità nelle Dicipline bionaturali.

AIUTO ALL'IMPIEGO

Equilibrio Olistico®, oltre ad occuparsi della formazione dei suoi allievi a 360°, si premura di aiutarli nell’inserimento nel mondo del lavoro. Gli allievi potranno lavorare anche a nome di Equilibrio Olistico® all’interno o all’esterno della nostra struttura.

INVESTIMENTO SICURO

La preparazione di alto profilo qualitativo ti permetterà di usufruire completamente delle nozioni apprese, creando un patrimonio personale e professionale che solo qui puoi trovare. Questo bagaglio ti permetterà di fare la differenza, che tu sia un operatore olistico e, a maggior ragione, se sei un formatore.

I NOSTRI VALORI ETICI

La nostra attività è basata sull’onestà, sulla competenza, sulla correttezza, la chiarezza, la valorizzazione delle qualità dello studente, l’andare oltre il concetto di concorrenza e promuovere la consapevolezza che c’è posto per tutti e che i nostri valori parlano per ognuno di noi.

42
Anni di Percorso
55
Diplomi
9.800
Ore di Docenza
11.700
trattamenti
Entra nel nostro centro
“ Ho avuto la fortuna di conoscere Umberto nel 2015, prima come cliente, a causa di un mio infortunio alla spalla che non mi permetteva di allenarmi come desideravo e dopo alcuni mesi come alunno della scuola. Soprattutto grazie alla professionalità e alla dedizione di un maestro come Umberto, mi sono avvicinato a questo mondo olistico, che tanto mi ha dato e mi sta dando sotto il profilo personale e umano. Consiglio a tutti coloro interessati a conoscere e provare servizi di una scuola all’altezza non facile da trovare in Italia.”
ALESSIO V., VIAGGIATORE
“ Sono entrata per caso in contatto con questa scuola di massaggi thai ed ho subito capito che sarebbe stata per me molto di più… In questo magnifico spazio, nel centro di Torino, mi sono sentita subito accolta e soprattutto valorizzata per quello che sono veramente e questo grazie all’enorme esperienza di Umberto, che non si limita ad insegnare una disciplina complessa e millenaria con grande professionalità e competenza, ma ci mette sé stesso, la sua natura, il suo cuore, e la sua anima… il tutto, controbilanciato dalla grande capacità intuitiva di Loana, ha reso questa esperienza magica per me. Ed è solo l’inizio!”
FRANCESCA D., MEDICO
“ Scuola di diffusione delle discipline olistiche, dove la competenza e professionalità di Umberto, si uniscono alla sua sensibilità di uomo. Adatta a chi, come me, intraprende il percorso professionale e personale in questo settore”
SIMONA G, OPERATRICE OLISTICA
“Ho conseguito il Diploma Nazionale CSEN di operatore in massaggio thailandese presso la scuola A.I.M.S.E.T di Umberto. Sono venuto a conoscenza tramite internet e,dopo un breve colloquio, avevo già capito fosse una delle migliori di Torino. Umberto e Loana sono due persone disponibili, gentili e aperte sempre al dialogo, preparate al massimo in quello che concerne le discipline trattate all’interno della scuola. Trasmettono fiducia e passione in ciò che fanno. Mi sono trovato a mio agio sin dall’inizio e mi sento di consigliare vivamente la loro scuola.”
MATTEO T., PERSONAL TRAINER
“Dopo tante ricerche ho scelto il Maestro Umberto per imparare il massaggio del Wat Po. Il mio intuito non ha falito! Quando c’è la professionalità, il talento si riconosce subito. E’ l’anima che si esprime.”
FILOMENA A., MASSAGGIATRICE PROFESSIONISTA (oltre 30 anni di esperienza)

Le ultime

dal blog

Lo Stretching degli Eremiti

Questa antica tradizione, il Rusie Datton,  fa parte delle 3 arti thailandesi del benessere, insieme al massaggio tradizionale thailandese ed alle erbe, con i quali costituisce un sistema completo di medicina tradizionale.

Si tratta dei movimenti che gli eremiti delle foreste, i quali nel Paese sono considerati dei veri e propri santoni, eseguivano per mantenersi in salute e che sono adatti a chiunque, essendo progressivi e graduabili sulle possibilità di ognuno.

Poiché i Rusie (eremiti) erano obbligati a guarirsi da soli, gli esercizi hanno effetti molto profondi e funzionali non solo a livello muscolare e scheletrico, ma anche a livelli degli organi e dei sistemi del corpo: ogni singola postura, secondo la tradizione, porta al praticante grandi benefici.

Malauguratamente quest’arte è stata quasi dimenticata nei secoli ed anche la sua storia recente è stata, purtroppo, particolarmente complicata.

Qualche centinaio di anni fa, sotto il regno del Re Rama I, furono realizzate circa 80 statue raffiguranti parti delle forme di quello che alcuni definiscono lo yoga thailandese e situate nel tempio Po.

Successivamente queste statue andarono distrutte a causa delle intemperie e Re Rama III le fece in parte ricostruire in materiali meno deperibili e poi portare al coperto.

Sostanzialmente in tempi recenti le varie posture sono state ricostruite dalle figure del Rusie Datton che sono presenti in tre templi della Thailandia e dagli insegnamenti di alcuni eremiti.

Non molti anni fa, un uomo giapponese ha registrato il marchio Rusie Dutton impedendo di fatto ai thailandesi di usare un nome che appartiene alla loro tradizione, anche se poi lo stesso ne ha verbalmente consentito un uso parziale in un secondo momento.

Questo, però, è indicativo della scarsa attenzione in Thailandia verso una delle tradizioni autoctone più belle al mondo, che non è stata né tutelata e nemmeno diffusa adeguatamente.

Infatti, questi esercizi sono molto poco presenti persino nelle principali scuole thailandesi, dove vengono insegnati parzialmente, a partire dai 20 esercizi nella scuola del Wat Po a qualche decina in altre.

In sostanza, quindi, persino i nativi li conoscono poco e, anche nel resto del mondo, sono poco noti tranne, appunto, in Giappone, a causa di quanto detto prima.

In Italia sono stati inseriti come disciplina dal CSEN nazionale in virtù della mia volontà e dei miei sforzi che hanno portato al riconoscimento dello Stretching degli Eremiti a livello nazionale, cosa che ho fortemente voluto nell’intento che questa tradizione venga ricordata a lungo.

Sono ad oggi, l’unico insegnante della totalità delle 200 forme della tradizione, non solo in Italia, ma tra i pochissimi nel mondo occidentale, tanto che vengono ad imparare nei  miei corsi anche studenti stranieri.

L’esperienza mi ha anche portato, che io sappia unico a farlo, ad utilizzare quest’arte in combinazione con il massaggio thailandese, aumentando, così, i benefici di entrambi in maniera esponenziale.

Infatti, le persone che si recano alla nostra Associazione Italiana di Massaggio e Stretching degli Eremiti Thailandesi oltre alle attività di gruppo intensive o periodiche,  possono usufruire di trattamenti e percorsi personalizzati e individuali.

Lo Stretching degli Eremiti thai offre anche opportunità lavorative per chi già opera in attività adiacenti come insegnamento di yoga, pilates, fitness ecc., completa la formazione di massaggiatori e operatori olistici, apre nuove possibilità a chi cerca una formazione completa in una disciplina che fa parte in un settore attivo come quello del benessere.

Diventa praticante in Stretching degli Eremiti e scopri tutti i benefici di queste pratiche antiche tra le migliori al mondo e diplomati insegnante di queste pratiche che sono nuove per l’Italia e che, quindi, ti permettono di differenziarti da tutti!

CORSI IN TUTTA ITALIA ed EUROPA

Info: tel. 0115817088 

Umberto Bernacci
Leggi tutto>>

Commissione Olistica Nazionale CSEN

Il 23 novembre ho avuto l’onore di partecipare alla mia prima riunione della Commissione Olistica Nazionale tecnico-scientifica del CSEN, il Centro Sportivo Educativo Nazionale, per chi non lo sapesse.
Csen è il primo e più importante Ente iscritto e riconosciuto dal CONI, unico organismo sportivo in Italia, ed è, in brevissimo tempo, ormai diventato anche per l’Olistica il punto di riferimento nazionale per tutti gli alti enti.
CSEN Settore Olistico ha organizzato, lo scorso mese di settembre, il primo Campus Nazionale Olistico, durante il quale è stato possibile seguire diversi seminari tenuti dai diversi Docenti Nazionali, tutti con esperienza almeno decennale nelle proprie discipline.
Questo, inoltre, ha originato l’opportunità per i presenti di acquisire i crediti ECP per i corsi frequentati.
Ma, soprattutto, è stata l’occasione per incontrarsi, scambiare le proprie competenze, creare informazione e vivere momenti di crescita come deve essere in questo settore, in cui si intende l’essere umano come l’insieme di corpo, mente, emozioni e dotato di qualcosa di ancor più profondo che possiamo definire anima.
Per giorni, nella splendida cornice calabrese del golfo di Sibari, è stato uno stupefacente via vai di massaggiatori, operatori di tecniche energetiche, operatori olistici, formatori e quant’altro rappresenta una buona fetta di chi, nel nostro Paese, si occupa di qualità della vita e benessere nel suo senso più ampio e completo.
Un appuntamento che è già diventato un “must” annuale a cui non si potrà mancare!
Per questi motivi per me è un onore poter essere all’interno di questa “famiglia” ed essere nella Commissione Olistica Nazionale, tra coloro che prestano gratuitamente la propria opera spinti dalla passione di sviluppare il Settore Olistico.
In questa mia prima volta ho avuto occasione di conoscere i massimi livelli del Csen, presidente nazionale Francesco Proietti compreso, e ho partecipato alla risoluzione di problematiche complesse a seguito di competenze personali e lavoro di squadra.
Fare parte di questa eccellenza italiana mi fa molto piacere e mi fa anche credere che esistano ancora persone che vanno oltre il lavoro inteso come puro interesse, e che agiscono anche per passione e con serietà e disinteresse.
Quindi grazie ad Ornella Mauro che mi ha chiamato a farne parte e in bocca al lupo a tutti i colleghi.

Umberto Bernacci
Leggi tutto>>

Il Massaggio Thailandese Tradizionale

Il mio amore per il massaggio thailandese nacque nel 1990, quando andai in Thailandia per turismo e rimasi folgorato da un paese ricco di storia e tradizioni, l’unico paese del sud-est asiatico mai conquistato da altre nazioni.

È un massaggio unico al mondo che ebbi la fortuna di imparare all’interno del Wat Po, il più antico tempio di Bangkok, conosciuto anche come tempio del Buddha Reclinato, sede della prima scuola thailandese di massaggio aperta al pubblico, tra monaci e le oltre 1000 statue di Buddha (oggi, ahimè, la sede è stata decentrata fuori dalle mura del tempio).

Compresi subito che si trattava di una modalità unica al mondo per intervenire sul corpo, la mente e l’anima delle persone e che era stato inventato già 2500 anni prima, all’epoca del principe Siddharta!

Ad oggi confermo che averlo imparato e poterlo insegnare e praticare è stato uno dei più grandi regali che ho ricevuto nella mia vita.

Sono stato nell’antico Siam innumerevoli volte e ho voluto frequentare le principali scuole del paese per avere una visione più completa di questa arte fantastica e, come l’ho appresa, così la insegno, in maniera aderente alle metodiche originali.

In quasi 30 anni di esperienza ho avuto modo di esplorare abbastanza questo antico metodo di guarigione e posso affermare serenamente che è fortemente consigliato a chiunque e quasi in ogni situazione.

Il massaggio thailandese, pur non sostituendosi alla medicina, è effetto di millenni di pratiche sull’essere umano e, essendo la chirurgia assente fino ai tempi moderni, veniva utilizzato, insieme a opportuni movimenti fisici (lo Stretching degli Eremiti) e le erbe autoctone, per affrontare e risolvere qualsiasi disturbo.

Il massaggio tradizionale è fatto di centinaia di posture, pressioni, allungamenti, trazioni e non solo che vengono scelte dall’operatore consapevole e preparato per aiutare le persone a ri-ottenere un benessere olistico e mantenerlo il più possibile.

Ho potuto apprezzarne negli anni i grandi effetti positivi sulle gambe, la schiena, l’area della “cervicale”, così come sugli organi e sul raggiungimento di un equilibrio generale per l’individuo. Muovendo il proprio corpo in armonia con il ricevente, si promuove una migliore circolazione dell’energia e dei fluidi all’interno del suo corpo

Il massaggio thailandese opera essenzialmente in due modalità: attraverso la digitopressione (si usano anche i palmi delle mani e le piante dei piedi, gli avambracci, i gomiti, le ginocchia) e attraverso movimenti di stretching indotti dal massaggiatore al ricevente.

Credo che sia il massaggio più lungo al mondo anche se le nostre esigenze di occidentali fanno sì che venga normalmente ridotto all’incirca ad 1 ora; però, qualora venga effettuato interamente, le durata varia dalle due ore fino alle tre ore e mezza ed anche quattro, in alcune scuole.

La Thailandia è oggi il principale paese buddista al mondo e il massaggio thai segue questi precetti e viene svolto attraverso la gentilezza amorevole e il massaggiatore occidentale per comprenderne fino in fondo la spiritualità dei gesti, pur non essendo buddista, dovrebbe tendere ad essa .

Di fatto, quando svolgo un massaggio thailandese, lo faccio con amorevolezza verso l’altra persona, con rispetto delle sue condizioni psico-fisiche, con l’obiettivo di dare un contributo al benessere ed all’evoluzione di chi ho di fronte.

Nei corsi che tengo, mi sforzo di trasmettere ai miei studenti il senso di quest’arte, la responsabilità che abbiamo nell’avere questa tradizione antica tra le nostre mani e l’onore che ci tocca nell’applicarci ad essa che sia per lavoro come per diletto.

È una pratica che, in virtù della sua origine naturale, può essere svolta da chiunque senza particolari pre-requisiti, nemmeno di conoscenza dell’anatomia, e che richiede principalmente di raffinare la capacità empatica verso la persona da trattare.

Questo massaggio è stato copiato in diverse modalità e, anche se in alcuni casi nell’ovest del mondo hanno preso piede tecniche ad esso fortemente ispirate, il massaggio thailandese era e resta un’esperienza unica!

A chi si approccia per la prima volta ad esso consiglio di valutare bene chi lo pratica e lo insegna, perché il massaggio thailandese è alla base un atto spirituale, fatto di amorevolezza altruistica ed anche un atto meditativo!

Allora cosa stai aspettando? Che tu lo voglia imparare per lavoro o provarlo, la nostra Scuola è il luogo giusto!   AIMSET – Associazione italiana di massaggio e stretching degli eremiti thailandesi

Umberto Bernacci
Leggi tutto>>
Guarda tutti i post